Con il patrocinio di:
Provincia di Reggio Calabria
Comune di Reggio Calabria


Archi/Med (Archivio Audiovisivo di Med Media), Ass. Cult. ” Agatini”, Cataforìo (RC),

Re Niliu, in collaborazione con: Ass. Cult. “Kum.el.ka”  Gallicianò (RC)

 

Megàlochòro

Danza Tradizionale in Calabria

Cataforìo (RC)  21-27 agosto 2000 - VII edizione

 

 

…nella tana del lupo!

La tarantella nella tana del lupo..

Il lupo in Aspromonte è un simbolo di forza, coraggio e abilità. Per noi rappresenta l'orgogliosa resistenza di un'antica tradizione della musica e del ballo.

"Megàlochoro" (in greco di Calabria, "la grande danza") vi propone un'esperienza unica nell'ultima roccaforte della tarantella in Calabria: l'Aspromonte meridionale.

Un buon motivo per ritrovarsi nella tana del lupo.

 

"Imparare la tarantella" in rapporto diretto con la Tradizione dei luoghi

“Megàlochòro” offre non solo l'insegnamento della danza e della musica del luogo quanto anche la massiccia presenza di danzatori e musicisti locali che consentono ai corsisti un rapporto vitale e diretto con la tradizione vivente. Questo vale sia per la sede dello stage con la presenza di danzatori e musicisti da Mosorrofa, a Cataforìo, a San Salvatore alla stessa Cardeto ed alle sue contrade, sia per l’area ellenofona con suonatori e danzatori di Gallicianò

 

Comu abballanu belli sti figghioli…

"Megalochòro" propone una serie di corsi di danza e di strumento il cui programma verte esclusivamente sui repertori della tradizione pastorale e contadina dell’Aspromonte ed in particolare del versante jonico meridionale (Area di Cardeto ed Area Grecanica).

La didattica è proposta da un gruppo di specialisti che ha avuto l’opportunità di affinare con un oltre ventennale ricerca “sul campo” ed un’esperienza di insegnamento del patrimonio tradizionale di altrettanta lunghezza attraverso la costituzione di un gruppo di lavoro permanente.

 

I corsi:

Danza tradizionale (Stile Aspromonte meridionale - Livello principianti e livello avanzati), a cura di Giuseppe Crucitti (Ass. Cult. “Agatini”);

Zampogna a paru e a modernaa cura di Sergio Di Giorgio (Re Niliu);

Lira calabrese, a cura di Ettore Castagna (Re Niliu) Organetto diatonico, a cura di Mimmo Bruno (Ass. Cult. “Agatini”)

Costruzione degli strumenti a percussione calabresi con particolare riferimento al tamburello, a cura di Claudio Messineo e Mimmo Vazzana (Re Niliu)

 

Programma delle attivita':

I corsi di danza e di strumento sono strutturati secondo tre fasce orarie: 

Mattino: dalle 10.00 alle 12.30

Pomeriggio: dalle 16.00 alle 19.00

Sera: Festa a ballu a partire dalle 21.30

Elemento fondamentale di questo mondo della danza popolare è l'esperienza della festa a ballu. Ogni sera in un borgo diverso feste a ballu animate da maestri musicisti e danzatori rigorosamente del luogo.

 

Trekking ed etno-turismo

Sono previste, nel corso della settimana, due escursioni nel territorio del Parco Nazionale dell'Aspromonte. Lo stage mette a disposizione guide e trasferimento in autobus a prezzo convenzionato ed in collaborazione con il WWF Italia. Importante l'incontro con Gallicianò, ultimo borgo interamente ellenofono della Calabria previsto per giorno 26 agosto.

Il 27 agosto data conclusiva dello stage tutti a Gioiosa Jonica per la grande tarantella collettiva con i tamburi della festa di San Rocco.

 

E poi?

"Megalochòro" propone alcuni momenti di incontro con realtà importanti del territorio che il "turismo ufficiale" trascura: poeti tradizionali, storici, antropologi. Queste piccole occasioni di conoscenza sono previste nella fascia pomeridiana immediatamente prima della ripresa dei corsi.

 

Informazioni:

Archi/Med (Archivio Audiovisivo di Med Media)

Sergio Di Giorgio
tel. 0965.591039
e-mail: archimed

 


HOME

Med Media Home Page

Copyright; Med Media. Tutti i diritti sono riservati.
Archi/Med è un marchio registrato da Coop. R.L.S.